ASTRALMUSIC SIMPHONY ORCHESTRA: Il Teatro Galli, sold out per le feste e la Carmen replica il 4 gennaio

L’entusiasmo per il rinato Teatro Galli non accenna ad esaurirsi. Dopo il successo di pubblico e di critica dei tre prestigiosi eventi inaugurali, dei concerti della Sagra Malatestiana e delle prime proposte di prosa, la città continua a dimostrare un affetto sincero verso il ritrovato Teatro dei riminesi. E se il 2018 sarà ricordato come l’anno della rinascita, con due mesi intensi e sold out in successione, anche il 2019 è destinato a iniziare sotto i migliori auspici.

In risposta alla grandissima richiesta da parte del pubblico riminese, a gennaio si aggiungono due nuove date alla programmazione. Si comincia con la Carmen, la tradizionale opera lirica di Capodanno nel nuovo allestimento dell’Associazione Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli in scena martedì 1, giovedì 3 e sabato 5 gennaio: sold out nella prima settimana di prevendita con oltre duemila biglietti venduti, con tanti appassionati provenienti anche da Bologna, Ravenna, Milano e Firenze, è stata aggiunta una quarta replica venerdì 4 gennaio.

Per la rinnovata stagione lirica, che rivede la luce dopo 75 anni di chiusura, la produzione artistica ha selezionato in tutta Italia come orchestra per l’opera, la Astralmusic Simphony Orchestra composta da 50 elementi.

Motivo di orgoglio e soddisfazione per astralmusic e per questa orchestra marchigiana, che inizia l’anno con un grande debutto e che sarà presente nelle programmazioni artistiche in varie città italiane per tutto il 2019.

 

L’Opera, prodotta dall’associazione Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli con il patrocinio e il contributo del Comune di Rimini, ha la regia di Paolo Panizza e la direzione del Maestro concertatore Massimo Taddia, con la Astralmusic Symphony Orchestra e il Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli preparato dal M° Matteo Salvemini. L’opera, nella versione originale francese, è stato sottotitolato in italiano.

Desidero esprimere a nome di tutta la nostra associazione culturale  – dice Claudia Corbelli presidente del Coro Lirico Amintore Galli – un profondo ringraziamento a tutti coloro che, attraverso quest’entusiasmo e questa partecipazione, hanno dimostrato che l’amore per la grande musica e per l’opera in particolare è ancora  vivo più che mai nella nostra città e che il nostro lavoro di questi anni è stato apprezzato e condiviso”.

Elisabetta Landi – Ufficio Stampa astralmusic

Fonte: redazione Chiamamicittà.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*