GLI AMICI DELLO ZIO PECOS – POP D’AUTORE

Gli amici dello Zio Pecos è una band nata per passione da un solido gruppo di amici, che nel 2006 si trasforma in progetto artistico.
Il repertorio inizia venti anni fà con il genere country, attraversando sperimentazioni di vario tipo dal rock, al jazz, al classico melodico.
Non si identificano con uno stile musicale, ma preferiscono avere il proprio sound che definiscono pop d’autore, “ dire che musica facciamo è impossibile” ci confessa Francesco Zagaglia, voce leader.
Fra le particolarità del gruppo l’uso di un contrabbasso al posto del basso.
La loro forza è l’unione di animi molto diversi, alcuni di stampo più rock, altri di formazione classica, altri legati al jazz.
Tutti i componenti sono autori e arrangiatori al tempo stesso.
All’attivo tre album, i primi due definiti come produzioni acerbe, il terzo in uscita è invece frutto di una crescita artistica e professionale.
Le canzoni più mature nei contenuti, trattano temi meno ironici e più profondi.
Il sound è cambiato grazie all’accostamento di sintetizzatori e dell’elettronica ai brani acustici.
Un album di inediti in cui non c’è limite alla creatività, curato interamente dalla band ed edito da astralmusic.
Proprio con astralmusic il gruppo inizia un rapporto di consulenza già nel 2015 ed è con Giordano Tittarelli, titolare e produttore discografico che nasce l’idea di una collaborazione artistica.
Insieme producono quattro brani che sono in questo ultimo album “Dentro le cose”, composto da una raccolta di canzoni inedite di questi ultimi tre anni.
Il primo singolo estratto è “Le azioni noiose” il cui video è stato girato interamente ad Ancona, nella storica zona delle tredici cannelle.
“Io mi voglio abbandonare nelle azioni noiose, perché forse è lì che stanno le cose meravigliose”.
La regia che ha filmato a velocità ridotta di  4 volte, vuole comunicare al pubblico un messaggio: la musica rallenta un pò il vivere, rispetto al mondo frenetico.
Gruppo Gli Amici dello Zio Pecos
Francesco voce e chitarra
Thomas chitarra
Luca contrabbasso
Nicola batteria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*